Anche WINDTRE inizia lo spegnimento del 3G

Come da titolo, WINDTRE ha iniziato le operazioni di spegnimento della rete 3G.

Già in precedenza l’operatore ha eseguito lo spegnimento della terza portante 3G della frequenza 2100MHz, UARFCN 10613, lasciando attive solamente le portanti 10563 e 10588.

Nella regione Marche ieri è stato segnalato lo spegnimento della seconda portante 3G della B1 2100MHz in tutte le zone con apparati Ericsson.
Nelle aree con apparati ZTE, nelle Marche, tuttavia, la banda 2100MHz risulta ancora attiva, con tutte e due le portanti.

A Pistoia e in provincia di Lecce, invece, area ZTE, da oggi risulta attiva solamente la portante 10563.

Nella giornata scorsa è stato riscontrato il completo spegnimento del secondo layer del 3G in area Ericsson (confermate le città di Siena ed Ancona), UARFCN 10588, mentre risulta regolarmente attivo il primo layer del 3G, UARFCN 10563.

Risulta evidente che, come conseguenza dello spegnimento del secondo layer del 3G (attualmente 10588), non sia più possibile la connessione DC HSPA, ossia l’aggregazione di due o più portanti in 3G, poiché disponibile solamente una (attualmente, risulta essere la 10563).

Secondo i piani di WINDTRE è previsto:

  • lo spegnimento del secondo layer della B1 3G, con conseguente aumento della B1 del 4G da 10 MHz a 15 MHz entro l‘estate di quest’anno (2022);
  • completa dismissione della B1 3G, con conseguente aumento della B1 del 4G a 20 MHz entro il 2023;
  • il mantenimento della banda 3G 900 MHz fino al 2025.