Nei mesi precedenti era stata annunciata una possibile Joint Venture tra gli operatori dei gruppi Iliad Italia S.p.A e WIND TRE S.p.A per la fornitura di un MOCN (Multi-Operator Core Network) nella maggior parte del territorio italiano.

Attraverso il comunicato stampa ufficiale pubblicato sul sito Iliad (qui) il 3 Gennaio 2023, è stato reso noto il nome della società che ha acquistato e gestirà la parte tecnica di questo accordo: Zefiro Net s.r.l.

Come si legge nel comunicato stampa ufficiale pubblicato da Iliad, questa società “persegue lo scopo di condividere e gestire congiuntamente le rispettive reti di telefonia mobile nelle aree meno densamente popolate del territorio nazionale“.

In particolare, nell’area a favore della Joint Venture, ossia quelle rurali (di colore verde nell’immagine che segue), lo spettro verrà tutto condiviso tra entrambe le società (pooling di frequenze), con lo scopo di creare un’unica rete 5G. Si tratta di un’area in cui risiede circa il 26,8% della popolazione italiana.

Dunque, i due operatori avranno a disposizione ben 80 MHz per la frequenza N78, e WINDTRE potrà usufruire anche della frequenza N28700MHz, posseduta esclusivamente da Iliad. Per quanto concerne Iliad, l’operatore potrà usufruire anche del 5G DSS di WINDTRE, a favore di una copertura sempre più estesa della rete di quinta generazione.

Nelle aree non interessate dalla Joint Venture, Iliad e WINDTRE continueranno ad avere spettri separati: anche se entrambi i gestori hanno le frequenze irradiate dallo stesso impianto, ciascun operatore farà utilizzare le proprie frequenze.

Nella Joint Venture, inoltre, ogni gestore continuerà ad avere la propria core. Perciò, Iliad usa ed userà Nokia, mentre WINDTRE Ericsson.

Nella seconda parte del comunicato stampa, sono presenti alcune informazioni in merito ai due brand della Joint Venture, e nello specifico i punti di forza:

Il nostro precedente articolo qui.

Lascia un commento.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici sul nostro instagram.